UNA GINESTRA COME RINASCITA: NUOVA VITA PER IL PETER PAN

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

UNA GINESTRA COME RINASCITA: NUOVA VITA PER IL PETER PAN

IIS DAMIANI ALMEYDA-CRISPI 

Può essere utile un contributo di una scuola come aiuto per la rinascita di un asilo deturpato? Sollecitati dai nostri docenti, Prof. Anna Rosa Crivello e Daniele Giacalone, ci siamo messi a riflettere un po’.

foto 1 – spazio esterno

Scossi dalla lettura della notizia dell’incendio dell’asilo “Peter Pan” di Palermo, alcuni ragazzi della classe IV RIM dell’Istituto superiore “Damiani Almeyda-Crispi”, hanno scoperto la loro vocazione giornalistica e hanno scritto un articolo per mettere a conoscenza i compagni dell’accaduto. Il gruppo di lavoro ha, inoltre, pensato a delle azioni concrete per poter essere utili alla rinascita dell’asilo, dando un esempio di cittadinanza attiva.

Il 2 gennaio 2021 l’asilo PATER PAN, sito nel quartiere CEP di Palermo è stato devastato da un incendio. I vigili del fuoco sono intervenuti velocemente per spegnere le fiamme mentre i carabinieri si sono attivati per condurre le indagini. 

Dopo poco più di un mese, sono stati individuati gli autori dell’atto vandalico, tre ragazzini di età inferiore ai 14 anni, quindi nemmeno imputabili. Le autorità hanno messo a conoscenza le famiglie dei ragazzi e la procura chiederà di rieducarli in comunità.

Bambini che tolgono speranza e futuro ad altri bambini, realtà ad oggi purtroppo sempre più frequente. Ma la responsabilità dell’educazione dei ragazzi di chi è? Delle famiglie o del quartiere difficile in cui questi ragazzi crescono?

foto 2 – L’incendio

L’asilo comunale, che ospita 50 bambini in un quartiere complesso come il CEP, diverse volte è stato oggetto di atti vandalici e furti. Oggi è ancora chiuso e i piccoli sono momentaneamente ospiti dell’asilo Primavera. 

Noi pensiamo che un cuore educativo pulsante come il PETER PAN non può non essere attivo.

La popolazione e le istituzioni si sono subito mosse, infatti il comune di Palermo dopo l’accaduto ha aperto un conto corrente (IBAN: IT13B0100504600000000011435) attraverso cui tutti i cittadini possono contribuire alla riapertura dell’asilo e a riaccendere la speranza di rinascita soprattutto per i più piccoli del quartiere.

Si è creata una rete solidale non soltanto per l’asilo, ma anche per il territorio al fine di donare giochi e beni materiali oltre a luce e speranza per il futuro di tutti i bambini e ragazzi del quartiere che nonostante le criticità mostra al suo interno uno spiraglio di solidarietà, rappresentato dalla gente che ci abita, aperta anche ad un cambiamento di mentalità. 

foto 3 – L’Asilo Chiuso

La squadra di calcio del Palermo F.C. insieme alla onlus Maredolce, sostenuta da Ficarra e Picone, ha organizzato un’asta in cui si vendevano le maglie dei giocatori e sono riusciti a raccogliere all’incirca 5.600€.

Questo risultato è stato ottenuto grazie anche alla popolarità del comici palermitani che attraverso i loro canali social hanno permesso di raccogliere numerosi consensi. Oltre alla raccolta fondi il Comune di Palermo auspica degli incontri con altre realtà che vogliono sostenere l’asilo per un azione condivisa.

Questi sono alcuni esempi di cittadinanza attiva che, per definizione, è una rete sociale formata dai cittadini di una comunità, i quali si impegnano a collaborare fra loro per migliorarla e per dare un supporto alla gente. I cittadini devono dare un contributo attraverso le loro competenze e capacità, possibilità.

La rete solidale che si è attivata a favore dell’asilo Peter Pan ci può aiutare a inquadrare meglio il discorso e a impegnarci in prima persona per aiutare l’asilo in difficoltà donando, come detto, dei soldi o organizzando degli incontri per sensibilizzare le persone che abitano nel quartiere alla legalità e alla cittadinanza attiva, così da prevenire altri episodi come questo. Ognuno di noi nel proprio piccolo può fare qualcosa in termini di cittadinanza attiva. 

Nello specifico vorremmo anche noi dare una mano.

foto 4 – L’interno dell’Asilo,

Ci piacerebbe acquistare e donare delle piantine mediterranee come la Ginestra, simbolo di rinascita, e piantine aromatiche per creare un giardino degli odori. Sarà possibile, per chiunque volesse, anche donare consegnandola a noi una propria piantina. Successivamente, in accordo con l’asilo, vorremmo piantare o consegnare tutte le piante raccolte, come segno di solidarietà cittadina. 

Zaira Bagnasco, Marco Crisantino, Giovanni Giotti

Le fotografie nell’articolo sono state recuperate dalle seguenti fonti:

Fotografia 1              Realizzata da Francesco Volpes

Fotografia 2              https://www.ilsicilia.it/incendio-allasilo-nido-peter-pan-di-palermo-la-cisl-episodio-gravissimo/

Fotografia 3              Realizzata da Francesco Volpes

Fotografia 4              https://images.app.goo.gl/3JQ5wFV1Es5Bundy9

Lascia un commento