Il palermitano felicissimo è un vero “Sikulo” …. una conversazione con la nostra amica Alessandra.

Condividi
  • 64
  •  
  •  
  •  
  •  

La nostra amica Alessandra ci parla dei cugini Pomo, “inventori” del Sikulo, un locale che già dal nome richiama la nostra idea di Palermo Felicissima. Grazie Alessandra e una buona lettura:


Sikulo è un Bar, Bistrot, Ristorante, Pizzeria aperto 7 giorni su 7 dalle sei del mattino all’una e mezza. Il locale per alcuni ha un aspetto curioso, perché volutamente diverso in un punto rispetto all’altro. Quando entri la prima volta vedi la parte storica che noi abbiamo voluto mantenere in alcuni aspetti, come ad esempio il soffitto a cassettoni tipico degli anni 60’ quando il bar fu fondato e poi c’è la parte nuova, dove c’è il forno della pizza con quell’aria bohémien che oggi ci caratterizza di più. Non c’è separazione tra i due ambienti, si attraversa un piccolo corridoio, si guarda la piazza e ci si siede dove si ha più voglia.

Sikulo cerca da sempre di migliorare, innovare e produrre piatti di alta qualità della tradizione siciliana. Utilizzare prodotti regionali, bio, a km0, consente alla gente di assaporare gusti unici, tipici della terra siciliana e ineguagliabili. Lo stile alimentare è importante per tutta la comunità, Sikulo lo chiama il cibo funzionale, quello che fa bene e fa stare bene insieme. È un mix multiforme e aperto alla contaminazione che ha saputo rinnovare anche il suo prodotto simbolo: il caffè.

Sikulo Bistrot Gastronomico è un luogo dalla poliedrica realtà gastronomica, ma anche socioculturale. Competenze diverse che scommettono nella definizione di un locale profondamente radicato nella cultura Sicula, ma che al tempo stesso evolvono alla velocità della luce, diventando fulcro di una proposta gastronomica che, negli anni, è andata ben oltre la colazione o lo snack pomeridiano da Bar.

Dolce e salato per pranzo, cena e aperitivo ma anche per pause fuori orario che esulano dai classici canoni della ristorazione, sempre di più all’insegna della qualità della materia prima ma anche del tempo, perché oggi una pausa deve essere fatta come si deve.

Mauro Pomo: Il Sikulo è una storia d’amore iniziata con un caffè vent’anni fa e coltivata con passione e impegno quotidiano. Un percorso condiviso tra me e mio cugino Massimo, la nostra famiglia, il nostro Team e i nostri clienti, tutti insieme, abbiamo costruito questo piccolo angolo di Sicilia. Con i nostri piatti raccontiamo la cultura del buon cibo di tradizione siciliana, preparato tutti i giorni a mano, dalla colazione alla Pizza, seguendo le ricette originali e usando solo ingredienti di prima scelta, preferibilmente Bio e Km 0.

Nasce tutto dalle storie, dalle esigenze della gente che frequenta il posto, dalla comunità.

Quando hai un locale aperto dalla mattina alla sera, ne senti davvero tante e di tutti i generi. Cominci a distinguere il cliente che viene sempre alla stessa ora per la tua crostata e il caffè e ti racconta la sua giornata, piuttosto che la signora che mangia la stessa pizza da due anni perché il mix di ingredienti è perfetto e non vuole cambiare.

Il Catering e gli eventi, altro servizio che ormai facciamo da tempo, è nato perché i clienti più affezionati ci hanno chiesto di farlo, desideravano i nostri piatti e così un compleanno, una cena o pranzo importante, persino matrimoni, riusciamo a viverli con le persone che prima erano clienti del locale e adesso sono anche altro. C’è fiducia è questo ci rende orgogliosi del nostro lavoro.

Con loro sono nate anche l’Apeppina, la nostra gelateria su 3 ruote e il Sikulo on Boat, un antico peschereccio attraccato alla cala, dove in estate organizziamo feste private a pranzo o fino alle prime luci dell’alba.

Io ho girato per il mondo, ho gustato tanti sapori, sentito musica di ogni genere e visto tanta arte per strada e nei musei, ho conosciuto culture e persone diverse che mi hanno dato tanto. Per me tutto queste esperienze sono state prima fonte di scoperta e poi di impegno che ha alimentato la mia creatività e ispirato nella vita, ho capito quanto è importante vivere e condividere i bei momenti, le mostre, la musica, l’arte, l’affetto con qualcuno che non necessariamente dobbiamo conoscere bene… perché nel nuovo c’è tanta magia.

Massimo Pomo:  Ti rendi conto di far parte di una comunità, di cui non conosci solo i gusti ma anche gli interessi, che ha scelto te per tante ragioni. Il progetto con la Fondazione Sant’Elia e la mostra “Andy Warhol – l’arte di essere famosi” nasce dalla nostra personale esigenza di ricambiare tanta fiducia, facendo qualcosa per la comunità, non solo per  i clienti del locale.

Ho pensato quindi insieme a mio cugino Massimo alla possibilità di regalare i 200 biglietti per vedere la mostra. Alla nostra richiesta, i responsabili della Fondazione Sant’Elia ne sono stati entusiasti, è un inizio ci auguriamo presto di poter fare di più.

Sikulo ha passione per la qualità della vita e l’innovazione, un luogo in cui si ritrovano nel pomeriggio ragazzi universitari con caffè e dolci per studiare può diventare il luogo giusto per promuovere l’attività di una fondazione, di un museo, di cultura.

Sikulo condivide questi valori e ha profondo rispetto per l’arte. Metà secolo fa, in mezzo all’aumento della cultura dei consumatori, Andy Warhol ha sconvolto il mondo dell’arte con i setti in serie, rendendo l’arte più accessibile.

In linea con l’impegno di Andy Warhol all’arte per il grande pubblico, Sikulo ha pensato di rendere l’arte ancora più accessibile, piacevole e conveniente. Speriamo di avere presto un po’ di spazio in più per attività collaterali alla ristorazione, per noi è una gioia poter incoraggiare la comunità a scoprire l’arte, la musica attraverso di noi.

Conclude Mauro Pomo: Sikulo è nato con un slogan importante –Il luogo dove il convivio cambia aspetto– non solo cibo, ma stare insieme, uniti dall’arte, la musica e la cultura.

Grazie ai cugini Pomo per queste riflessioni: aggiungiamo che nel­la fi­lo­so­fia dei Pomo rien­tra­no an­che pro­get­ti con al­cu­ne as­so­cia­zio­ni, come Unicef e il Consorzio Sol.Co. Sicilia, per consentire integrazione e un lavo­ro ai migranti e ri­fu­gia­ti po­li­ti­ci (tre sono in­se­ri­ti nel­lo staff), persone queste tra le più im­por­tan­ti del loro grup­po.

Finiamo con i loro auguri: Per il 2018 abbiamo tanti progetti in cantiere, speriamo che tutto vada come deve… siamo fiduciosi.

http://www.palermofelicissima.it/2017/10/27/liz-taylor-marilyn-monroe-liza-minnelli-e-gli-stones-a-palermo-a-palazzo-s-elia/

Un pensiero riguardo “Il palermitano felicissimo è un vero “Sikulo” …. una conversazione con la nostra amica Alessandra.

Lascia un commento