… e l’odore della Zagara, di Paola Pace La Pegna

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A me manca l’odore dei fiori di zagara.

La Zagara fa parte della mia vita..

Oltre ad essere stato il profumo dei neonati che ho ‘vissuto’ (la mia sorellina, prima, ed i miei cuccioli qualche anno dopo) era anche il profumo di mamma (rigorosamente Zuma, sennò non era zagara, e scusate la pubblicità)

Ed io, dopo svariati anni di prove e ricerche per trovare il ‘Profumo’, utilizzando campioncini in quantità e spendendo una fortuna nei marchi più noti, alla fine ho capito che il MIO profumo era proprio quello. Quello con cui son cresciuta e che mi ricordava famiglia ed amore.

E mi sono arresa. E l’ho fatto mio.

E da allora, ogni volta che, uscita di fresco da casa, entravo in un posto qualunque (bar, supermercato, cartoleria..) e sentivo dire. ‘..che profumo di zagara… Chi l’ha addosso?‘ od ancora, quando qualcuno mi abbracciava e mi diceva ‘ecco.. ci sei tu e c’è profumo di zagara..’ sorridevo e mi convincevo sempre di più di aver trovato la MIA fraganza..

La mia camera da letto ha le finestre su un aranceto, ma quest’anno, pure i rami d’agrumi mantengono le distanze .

Apro e non sento nulla, e devo spruzzare dalla mia boccettina, (unica concessione al moderno, confezione spray, invece che colonia come quella di mamma), per illudermi che sia una primavera come tutte le altre…

Ma devo stare attenta e centellinarla come non mai.. le profumerie sono chiuse..
Passerà.
Forza&coraggio

(foto dal web)

Lascia un commento