Palermo Genesi e Palermo Felicissima, che connubio !

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ce l’abbiamo fatta! Palermo Felicissima ha ospitato Palermo Genesi… o per meglio dire, la nostra Paola Pace La Pegna ha presentato Gabriele Mastropaolo, che – al suo terzo libro – ci ha raccontato di una città “particolare”, sotto l’influenza economica e, perchè no?, massone della nostra Città: Palermo Genesi, appunto.

C’era bella gente, il 1 giugno presso i locali di Magneti Cowork, e non ci stancheremo mai di ringraziare Giuseppe Pignatone per l’apporto concreto che dà alla cultura della città.

E ringraziamo pure voi, felicissimi che site intervenuti numerosi: noi ci siamo e questo è l’importante.

Inghilterra, giorni nostri.
A Milton Fingall Bennett, giovane aitante borghese, muore la madre, palermitana, che nelle sue volontà testamentarie lascia al figlio l’incombenza di mettersi alla ricerca delle spoglie di Kenneth Collins, lontano parente, giunto in Sicilia nella seconda metà del ‘700 e qui morto senza lasciare traccia.
Milton Bennett giunge dunque a Palermo ma si trova coinvolto in un cruento omicidio: durante una festa a Villa Giulia, un uomo di spicco della Palermo bene viene trovato morto, il corpo riverso e il capo mozzato, sulla statua del Genio del Marabitti.
Iniziano le ricerche del trisavolo, e man mano Bennett scopre che le vicende della vita di Kenneth Collins convergono con la propria, fino a quel momento vissuta nel più completo anonimato, e soprattutto convergono sull’omicidio di cui Bennett è stato testimone involontario.
La ricerca di Bennett metterà in luce i loschi affari del trisavolo e gli interessi strategici degli Inglesi in Sicilia, tra spie, aristocratici corrotti, segni strani, messaggi nascosti, simboli da decifrare, perfino collusioni con la famiglia reale borbonica, tutte cose che metteranno a dura prova Bennett, a rischio della sua stessa vita.

Palermo Felicissima sarà lieta di ospitare gi autori o gli editori che vorranno presentare i loro lavori tramite la nostra organizzazione. Contattate gli amministratori per gli opportuni accordi.

Lascia un commento