A Napoli con Zino! Le foto di Palermo alla conquista della città.

Condividi

Che ci fanno (alcune) foto di Napoli in un blog dedicato a Palermo?

Bella domanda.

Tutto nasce da uno scambio di mail, whatsapp, messenger etc.. con Zino Citelli, amico d’infanzia, ritrovato da “grandi” e “grande” fotografo.

Poche righe, una telefonata e…

Ciao Marcello, ti  allego file per la mostra “contaminazioni” che sarà esposta a   Napoli.

Ora, direte, è amico tuo e le foto le metti per questo.

Non è proprio così: di amici fotografi ne ho tanti, questo stesso blog nasce – anche– dalla passione fotografica di tre tipi (noi due Marcelli ed il nostro fratello putativo Mario) che parlano moltissimo di fotografia.

Gli altri le foto le fanno e sono veramente ma veramente bravi.

Li citerei tutti ma rischierei di fare torto a qualcuno (non è vero, è che ho l’Alzheimer e qualcuno potrebbe sfuggire); ma basta cercare un po’ in giro o dare un’occhiata ai vari libri su Palermo – cito tra tutti l’ottimo “Nel segno di Palermo” di Carlo Baiamonte, bell’affresco della nostra città, fuori degli schemi – per ritrovare le loro foto, le loro storie, la loro Palermo.

Ognuno ha un proprio stile, ognuno ha la propria visione delle cose, ognuno ci mostra i propri sentimenti. Ma in ogni loro foto trovi Palermo. Ne percepisci gli umori, i suoni, i sapori, gli odori.

Zino Citelli è uno di questi. Grande, dicevamo, e lo è per davvero: googolate il suo nome e scoprirete tanto su di lui. Basterebbe solo citare “Spicchio di Sicilia”, quella straordinaria sintesi della nostra isola rappresentata dalla arancia-arancia con lo sfondo del blu-blu del nostro mare/cielo per ricordarsi di lui.

Lui e’ la Palermo dei colori, del calore, del fuoco e della luce. Del sole.

Ora, vorrei trovare le parole adatte per non essere retorico. Mi lascio prendere la mano, spesso, dai miei giudizi personali.

Ci sono foto che piacciono, ci sono quelle che non piacciono. Ad ognuno la scelta. Ma ci sono foto che raccontano una storia, che poi è il vero significato della fotografia.

Se sono qui a parlarne è perché le foto di Zino raccontano sempre delle storie: un capone con una ricciola in bocca, i panni colorati che narrano di deserti e di mediterraneo, stessi colori in Sicilia come in Grecia, in Calabria come in Tunisia, il sensuale contrasto tra un altissimo tacco ed un cielo riflesso in una pozza d’acqua, sopra un immobile che immaginiamo vecchio e dimesso a riflesso, per l’appunto, dell’apparente benessere promanante dalle vesti della dama senza nome.

Si sorride per la solarità che traspare dai suoi scatti, anche di fronte alle contraddizioni di una città felicissimama tormentata, una città che vive di contaminazioni.

Contaminazioni è, appunto, la mostra che Zino Citelli terrà a Napoli.

In sé, l’esposizione altro non sarebbeche la prosecuzione della mostra tenutasi con notevole successo lo scorso marzo nella nostra città.

In realtà esprime, a ben vedere, il legame tra la sicilianitudine dell’arancia-arancia e la straordinaria napolitudine della ragazza che sorseggia il caffè, foto simbolo della mostra stessa.

“per me l’idea di mostrare la sicilianità, il mediterraneo con l’integrazione in una città come Napoli mi rende orgoglioso, ho anche inserito nella mostra alcune immagini di Napoli e di napoletanità, perché ho fatto un recente reportage a Maggio nella città partenopea” ci racconta Zino.

Ai colori di Palermo fanno da contraltare i colori di Napoli, i panni stesi di “Un posto al sole” sono gli stessi che vediamo girando in città, la “Miseria e nobiltà” che si respiranei palazzi diroccati

si respira anche nel “nostro” vicolo Brugnò.

 

Palermo e Napoli, città felicissime, come piace a noi.

 

La mostra dal titolo “CONTAMINAZIONI” curata da Piero Longo e realizzata dalla Sisley in collaborazione con la galleria Elle Arte diretta da Laura Romano sarà visibile dal 13 al 28 ottobre presso i locali dello Store di Sisley in via Toledo, 215/217 a Napoli.

p.s.

Non è vero che parliamo solo: Marcello e Mario sono bravissimi fotografi, io sono il babbione di turno e per fortuna che c’è Antonella che ci riconduce all’ovile…

 

A Napoli con Zino! Le foto di Palermo alla conquista della città.

 

Lascia un commento